L’importanza di una buona parola

chiedendo-aiuto“Ecco, io vengo a voi, mi volgerò verso di voi”  – Ezechiele 36:9

In un luogo dove passavano molte persone, un mendicante si sedette sul marciapiede e al suo lato mise un piatto con su scritto:

“Vedi come sono felice! Io sono un uomo prospero, io so che sono bello, io sono molto importante, io ho una bella residenza, io vivo comodamente, io sono un uomo di successo, io sono sano e molto temprato”.

Dei passanti lo guardarono meravigliati, altri pensarono che fosse matto ed altri gli davano i loro soldi. Prima di dormire, contava i soldi ogni giorno, e notò che ogni giorno l’ammontare era più grande.

In una bella mattina, un importante e baldo dirigente d’azienda che aveva osservato da tempo il mendicante gli si avvicinò e disse:

“Lei è molto creativo. Non gradirebbe collaborare in una società?”. “Andiamo”. “Io devo solo crederci!”, rispose il mendicante.

Dopo un bagno e con vestiti nuovi, fu assunto dalla società. La sua vita fu una sequenza di successi e ad un certo punto divenne uno dei partner di maggioranza.

In una conferenza stampa, spiegò di come aveva lasciato il mendicare per una posizione così alta.

Raccontò: “Ci fu un tempo in cui mi sedevo sui marciapiedi con un piatto al lato con su scritto: “Io sono niente in questo mondo! Non c’è nessuno che mi aiuti! Non ho dove vivere! Non ho avuto successo nella vita, tutti mi hanno abbandonato! Io non trovo un lavoro, nemmeno mísero! Sopravvivo male!”.

Le cose andavano di male in peggio quando, una certa notte, trovai un libro, la Bibbia ed in lei lessi dei versi in cui è scritto che Dio mi ama e Lui mi avrebbe sentito dai cieli, se io avessi gridato a Lui!

Io ho creduto a quella verità e cambiai il mio atteggiamento e cominciai a profetizzare per la mia vita delle buone cose.

Ciò mi toccò profondamente e, poiché non avevo nulla da perdere, decisi di cambiare la scritta sul piatto per:

“Vedi come sono felice! Io sono un uomo prospero, io so che sono bello, io sono molto importante, io ho una bella residenza, io vivo comodamente, io sono un uomo di successo, io sono sano e molto temprato”.

E a cominciare da quel giorno tutto cambiò, la vita mi portò la persona giusta per tutto quello che avevo di bisogno, finché arrivai dove sono oggi. Io dovevo capire il Potere delle Parole. Dio sosterrà sempre tutto quello che noi diciamo, scriviamo o pensiamo per il nostro rispetto e esso accadrà se lo manifestiamo nella nostra vita come realtà. Fin quando affermiamo che tutto va male, che il nostro aspetto è orribile, che i nostri beni materiali sono piccoli, la tendenza è che le cose andranno peggiorando.

Una reporter, ironicamente disse: “Quindi lei sta dicendo che alcune parole scritte in un semplice piatto, cambiarono la sua vita?”.  

L’uomo rispose, pieno di buon umore: “Chiaramente no, mia ingenua amica! Prima di tutto io dovevo credere a quelle parole!”

Pensaci bene: “la bocca parla di ciò che il cuore è pieno”.

Tieni i tuoi occhi fissi su DIO e la tua bocca gli dia lode.

Giovanna Alaimo

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>