La nostra giustizia e quella di Dio

Nella nostra definizione di giustizia c’è sicuramente un influenza di Socrate e Platone quando dicevano che “giustizia è la costante e ferma volontà di dare a ciascuno quello che è suo”. Nella nostra visione, sembra che nulla è al di sopra della GIUSTIZIA.

Domandate ai genitori, un fratello “odia” vedere l’altro uscire impune di qualcosa che ha commesso. Per questo raccontano velocemente le cose che l’uno e l’altro combinano. Nel nostro modo di pensare, giustizia significa che: i peccatori meritano l’ira di Dio e noi, i buoni, meritiamo ricevere i Suoi applausi.

Però, se Dio agisse con questo tipo di “giustizia” tutti noi saremo consumati dal Suo giudizio! Possiamo essere grati che “Egli [Dio] non ci tratta come meritano i nostri peccati, e non ci castiga in base alle nostre colpe” (Salmo 103:10). Nella lettura di questo verso dovremo sentirci gioiosi, perché Dio ha preferito usare di MISERICORDIA verso ognuno di noi. E’ disponibile a estendere la sua grazia anche verso quelli che non l’ha meritavano e sono irrimediabilmente perduti. Mentre riflettiamo su questo, quando è stato l’ultima volta che abbiamo permesso che la grazia trionfasse sulla giustizia quando qualcuno ci ha offesi?

Non è la giustizia di Dio, ma la Sua misericordia che permette che ci sia “… in cielo più gioia per un solo peccatore che si ravvede” (Luca 15:7).

Così come la giustizia di Dio è manifestata attraverso il Suo AMORE,
Scegli oggi di amare, di perdonare e avere misericordia!

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>