Prima e dopo

La mia storia di vita è contraddistinta da un periodo prima dell’incontro con Dio e un meraviglioso dopo, assieme al mio Salvatore Gesù Cristo.

Il PRIMA ,purtroppo è stato molto travagliato, infatti, dall’età di 14 anni, ho iniziato a fumare spinelli, ad ubriacarmi con gli amici il sabato sera e a cercare di divertirmi ad ogni costo (discoteche, pub, viaggi in moto con uscite notturne in sacco a pelo, ragazze, ecc..).

Questo stato di cose si è protratto fino all’età di 23 anni, vissuto con una componente sempre presente nel mio cuore: l’insoddisfazione e quel senso di disagio derivante da un vuoto interiore.

Molte volte mi sono chiesto perché dovevo stare così, con quella “non tranquillità” del cuore pur non mancandomi niente; avevo un lavoro, molti amici, una macchina, qualche ragazza, la libertà di andare dove volevo, eppure non riuscivo a godere appieno quello che avevo.

Così iniziai a capire che il problema era dentro di me e non negli altri e quindi cercai di comprendere come risolverlo.

Un giorno nella biblioteca comunale di Trento trovai il libro “la croce e il pugnale” di David Wilkerson, che parlava dell’esperienza travagliata di alcune bande americane  nel Bronx, a New York.

Erano giovani violenti, con grandi difficoltà ed avevano capito, grazie alla predicazione dell’ eVangelo  che il loro modo di vivere era una reazione alla solitudine e al vuoto presente nel loro cuore; però Gesù risorto era vicino a loro con il desiderio di trasformare la loro esistenza! E in alcuni di loro questo avvenne! Affidarono a Cristo il loro problema, togliendo la maschera davanti a tutti e ricevendo la meravigliosa luce di Dio nel loro interiore.

Questa lettura procurò in me una grande speranza : “Poter cambiare anch’io, poter essere trasformato nel mio cuore, incontrando personalmente Gesù Cristo”.

Iniziai così, nella mia cameretta, la ricerca della Sua presenza, cercando una vera e profonda comunione con Lui. Dopo un breve periodo, mi sentii sporco e mancante davanti a Dio realizzando così una sensazione di inadeguatezza, ma anche una grande voglia di incontrarLo ed essere felice con Lui. La luce di Dio stava facendo breccia nel mio cuore, portandomi al pentimento , al ravvedimento e alla nuova nascita, che avvenne nella primavera del 1990. La mattina dopo essere nato di nuovo, smisi completamente di fumare spinelli e sigarette e non mi ubriacai più perché non ne avevo più bisogno.

Avevo anch’io come quei giovani incontrato Gesù vivente!

Dopo quella meravigliosa esperienza di trasformazione, passai circa 2 mesi cercando qualcuno con cui condividere il mio rapporto con Dio e fu così che Iddio mise sul mio cammino una ragazza di nome Monica, che oggi è mia moglie. Lei mi invitò in una chiesa evangelica dove trovai altre persone che avevano accettato Gesù Cristo nel loro cuore, con i quali, ora a distanza di 17 anni, mi sto impegnando a far conoscere ad altri, la via della salvezza.

Il DOPO è stato contraddistinto non più dalla “non tranquillità” del cuore, ma dalla serenità, gioia, speranza e pienezza che deriva dalla costante presenza di Dio nella  mia vita e questo perché si è realizzata in me, una promessa della Bibbia, che il Signore ha fatto a tutti gli uomini: ” Voi mi cercherete e mi troverete, perché mi cercherete con tutto il vostro cuore e Io mi lascerò trovare da voi.”

Adriano

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>