Come identificare una setta

Esistono migliaia di religioni nel mondo e ovviamente non tutte sono giuste. Il proprio Gesù ha avvertito i suoi discepoli che sarebbero venuti falsi profeti usando il Suo nome, e insegnando menzogne, per deviare le persone della verità. Infatti:

“perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” – Matteo 24.24.

L’apostolo Paolo ha parlato anche che esistono persone con una coscienza cauterizzata, che parlano menzogne, e che sono ispirati da spiriti ingannevoli:

Ma lo Spirito dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, sviati dall’ipocrisia di uomini bugiardi, segnati da un marchio nella propria coscienza” – 1 Timoteo 4.1-2.

Noi chiamiamo di sette queste religioni. Non stiamo dicendo che tutti coloro che appartengono ad una setta sono disonesti o male intenzionati. Esistono molte persone sincere che sono caduti come vittime dai falsi profeti. Per evitare che anche questo accada con noi, dobbiamo essere capace di distinguere i segni caratteristici di una setta. E sono:

1. Le sette hanno un’altra fonte di autorità oltre la Bibbia

Mentre i cristiani ammettono solo la Bibbia come fonte (sorgente) di conoscenza del vero Dio, le sette utilizzano altre fonti. Alcuni falsificano i loro stessi libri; altre accettano rivelazione diretta da parte di Dio; altre accettano la parola dei suoi leaders come essendo una autorità divina. Altre parlano di nuove rivelazioni dada dagli angeli o dal proprio Gesù. E anche se recitano la Bibbia, loro hanno autorità inferiore a queste rivelazioni.

“Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunciasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema. Come abbiamo già detto, lo ripeto di nuovo anche adesso: se qualcuno vi annuncia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema – Galati 1:9.

“Io lo dichiaro a chiunque ode le parole della profezia di questo libro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali i flagelli descritti in questo libro;” – Apocalisse 22:18

2. Le sette finiscono per diminuire la persona di Cristo.

Nonostante molte sette parlano bene di Gesù Cristo, però non lo considerano come vero Dio e vero uomo, neanche come l’unico Salvatore dell’umanità. Riducono Gesù ad un uomo buono, ad un uomo divino, ad un spirito perfezionato attraverso la reincarnazione, ecc. A volte mettono altre persone al posto di Gesù.

“Infatti c’è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato se stesso come prezzo di riscatto per tutti;” – 1Timoteo 2:5.

Gesù, dopo aver offerto un unico sacrificio per i peccati, e per sempre, si è seduto alla destra di Dio, e aspetta soltanto che i suoi nemici siano posti come sgabello dei suoi piedi. 14 Infatti con un’unica offerta egli ha reso perfetti per sempre quelli che sono santificati. Anche lo Spirito Santo ce ne rende testimonianza.” – Ebrei 10:11-15.

“… come il peccato regnò mediante la morte, così pure la grazia regni mediante la giustizia a vita eterna, per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore.” – Romani 5:21.

3. Le sette insegnano salvezza attraverso le opere

Questa è una caratteristica universale delle sette. Credono che l’uomo è intrinsecamente buono, pregano che lui può accumulare meriti e venire a meritare il perdono di Dio, attraverso le buone opere praticate in questo mondo. Alcuni parlano di fede, ma vedono sempre la fede come un atto umano meritorio. E in questo divergono radicalmente dell’insegnamento biblico della salvezza per grazia attraverso la fede.

“È per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere, affinché nessuno se ne vanti.” – Efesini 2:8.

4. Le sette sono esclusiviste quanto alla salvezza

Le sette predicano che soltanto i membri del suo gruppo religioso potranno salvarsi. Mentre i cristiani riconoscono che la salvezza è data a qualunque persona che si pente dei propri peccati e credono in Gesù Cristo come Salvatore (non importando la denominazione religiosa), le sette insegnano che non c’è salvezza fuori la loro comunità.

“Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.” – Giovanni 3:16,17.

5. Le sette si considerano il gruppo fedele degli ultimi tempi

Loro insegnano che hanno ricevuto qualche tipo di insegnamento secreto che Dio aveva in serbo per i loro fedeli, vicino alla fine del mondo (cioè vicino alla fine dei tempi).

Possiamo e dobbiamo…

… aiutare le persone che sono cadute vittime di qualche setta.

Nella libro di Giacomo è scritto che dobbiamo cercare di guadagnare coloro che si sono sviati delle verità (Giacomo 5.19-20).

Per questo c’è bisogno che noi stessi conosciamo bene la Bibbia ed anche le dottrine centrali del Cristianesimo.

Inoltre, dobbiamo avere una vita di preghiera e di comunione con Cristo, per ricevere da Lui unzione, amore e moderazione.

Articoli correlati:

0 thoughts on “Come identificare una setta

  1. Come non citare a sostegno e supporto , I Giovanni cap.4 (1-6) : Carissimi, non credete ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio, perchè molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo…Noi siamo da Dio; chi conosce Dio ci ascolta; chi non è da Dio non ci ascolta; da questo riconosciamo lo Spirito della verita’ e lo spirito dell’errore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>