Dov’è il cappello?

“Ma io spererò sempre, e a tutte le tue lodi ne aggiungerò altre” - Salmo 71:14

Si racconta una storia di una famiglia che andarono a fare un picnic alla riva di un lago. In un certo momento, il figlio di cinque anni è entrato nel lago in direzione del fondo ed è sommerso. Nessuno degli adulti sapevano nuotare, quindi sono rimasti a correre da un lato all’altro in panico mentre il bambino gridava chiedendo aiuto e annegava.

In quel momento, un uomo passava di li e vedendo la situazione, prontamente si tuffa nel lago e salva il bambino. Salito fino al prato con il bambino, che era molto spaventato, ma illeso, soltanto ha ascoltato la mamma dire irritata: “Dov’è il cappello di Giovanni?”.

Tante volte ci concentriamo nei piccoli contrattempi che ci fa mormorare e lamentare, anziché prestare attenzione alle meravigliose attuazioni di Dio nella nostra vita; nel quale sono: il Suo amore costante e salvezza eterna. Quando lamentiamo delle piccole insoddisfazioni della vita, in verità stiamo dicendo: “Dov’è il cappello?”

L’apostolo Paolo scrisse, “”In ogni cosa rendete grazie… ” (1Tessalonicesi 5:18). Possiamo forse non essere grati per tutto quello che succede lungo il nostro cammino, ma possiamo ringraziare per tutte le circostanze. Può essere difficile essere grati quando perdiamo un lavoro oppure quando la nostra salute è colpita, ma possiamo essere grati per il bene che Dio ha portato a noi nella vita e per quello che ancora verrà.

Anziché preoccuparci con i nostri problemi, lodiamo il Signore per le Sue benedizioni.

Fonte: David H. Roper – ministeriosrbc.org
Traduzione: Vinicius

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>