Sei scoraggiato? Niente di nuovo!

scoraggiatoDa quando l’uomo è stato messo fuori dal giardino dell’Eden, la vita è diventata davvero difficile, quindi niente di nuovo se queste difficoltà, a volte, ci vestono di scoraggiamento. Importante da osservare è la nostra “reazione”: del quando e del come dobbiamo affrontare lo scoraggiamento. Spesso e volentieri, reagiamo in un modo in cui dopo ci pentiamo amaramente, reagiamo cercando di colpevolizzare persone o situazioni, ci isoliamo dal mondo, ci riempiamo di deduzioni negative, infine aggraviamo ancora di più quello che si doveva affrontare con fede e determinazione.

Nelle sacre scritture, leggiamo di persone che si sono trovate davanti a delle situazione di scoraggiamento, alcuni esempi: Rachele in Genesi 30.1; La nazione di Israele in Numeri 14.1; 21.4; il Re Davide in 1 Samuele 30.6; Elia in 1 Re 19; Giobbe in 6.11; Neemia in 2.3 e tanti altri che potevamo ricordare…

Da questi esempi possiamo trarre alcune conclusioni che ci aiuteranno la prossima volta che verremo meno:

  1. Distinguere le situazioni che sono modificabili da quelli non modificabili. Quelle che non si possono cambiare sono da accettare come proposito di Dio, per concretizzare la Sua volontà per ognuno di noi.
  2. Mantenere lo sguardo in Cristo e nelle risorse che ci mette a disposizione, tale come la preghiera, l’adorazione, l’approfondimento della comunione con Lui.
  3. Ricordarsi delle promesse di Dio per la nostra vita e ricordare come hanno agito nel passato in situazioni simili.
  4. Gioiamo nel Signore ricordandoci dei suoi attributi.
  5. Aspettiamo il tempo di Dio.
  6. Convinciamoci che Dio è giusto, buono, veramente misericordioso e non cambia in base alla situazione in cui ci troviamo.
  7. Comprendiamo che quello che oggi può sembrare un ritardo, in realtà è la maniera in cui Dio ci farà vedere i Suoi piani di bene e felicità per ognuno di noi.
  8. Coraggio non scoraggiamoci!

Iddio ci benedica!
Pastore V. Farinelli

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>