Il canto della tortora

All’ombra di un pruno selvatico, un giorno d’estate, mi hanno parlato di Gesù…

E una tortora cantava sul tetto!

Tutta la mia vita ho atteso, Signore, l’avvento dell’imponderato sublime amorevolmente lo crescevo in seno, poi il richiamo: le mie pecore riconoscono la mia voce…

E una tortora cantava sul tetto!

Poi le domande ansiose, le tranquille risposte, le testimonianze trascorse dei servi di Dio e tu, Padre, hai finalmente preso il cuore mio e, tra le tue mani, lo hai subitamente manipolato le tuo amore.

E una tortora cantava sul tetto!

Ora sono ritornata tra quelle tortore che si rincorrono e cantano sui tetti e tutto il mio essere e tutto il mio essere, grande Iddio, è ai tuoi piedi e attendo ancora, sempre di più, il Tuo Spirito, che anelo e che manipola ancora il mio cuore.

E la tortora sta cantando sul tetto!

Annamaria Basilone

Dalla redazione – Annamaria ci ha detto che questa fu la sua prima poesia. Creata proprio nel momento della sua conversione, tanti anni fa. Dio ti benedica Anna!

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>