La donna saggia

donna saggiaSusanna Wesley, impegnava un’ora della sua giornata per pregare per i 17 figli che aveva. Oltre a questo Susanna, si riuniva con ogni figlio per un’ora a settimana solo per discutere delle questioni spirituali. Non occorre stupirsi al sapere che due dei figli di Susanna: Jhon e Carlo Wesley sono stati grandemente usati per il risveglio dell’Inghilterra e gran parte dell’America. Questa grande donna di Dio, aveva dei criteri precisi nell’educazione dei figli, criteri che oggi sono stati accantonati dalla maggior parte delle mamme credenti – purtroppo, dobbiamo dire.

Dio non ha cambiato la vocazione della donna, Lui continua ad aspettare che la donna sia un faro dentro la sua casa: “La donna saggia edifica la sua casa, ma la stolta la demolisce con le proprie mani” – Proverbi 14.1, ma è anche vero che le opportunità si sono allargate nel tempo e la donna oggi può dedicarsi sempre di più all’opera di Dio: nell’insegnamento ai bambini, agli adolescenti e ai giovani della propria comunità, senza mai trascurare quelli della propria casa.

La chiesa, nacque in un ambiente molto maschilista, ma proprio Gesù Cristo, dimostrò grande considerazione delle donne: le guarì, le liberò dai demoni, e non si vergognava di parlare con loro, nelle case o nella strada. Luca 8 ci informa che con Gesù vi erano i dodici e certe donne che lo sostenevano con i loro beni. Le donne sono state sempre presenti nel ministerio di Gesù, ed è stata ad una di loro, a cui per prima parlò il Signore, dopo la Sua risurrezione, così siamo contente di appartenere ad una comunità in cui il lavoro della donna viene apprezzato e i frutti sono sempre visibili alla gloria di Dio.

Olga Sartori

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>