Se il Veneto regala la Bibbia

Repubblica.it (blog di Antonello Caporale) – “Leggere la Bibbia, dare ai bambini la possibilità di commentarla in classe”. Non è l’illuminato Patriarca di Venezia a formulare questi buoni propositi, e non è il contenuto di una lettera destinata alle parrocchie o agli insegnanti di religione.

E’ la giunta leghista del Veneto, guidata da Luca Zaia, giovane e pragmatico dirigente del movimento, ad averla spedita ai dirigenti scolastici di tutte le scuole primarie della Regione. Ai quali chiede, attraverso una stupefacente circolare sottoscritta dall’assessore all’Istruzione, di contattare i genitori di ogni bimbo e avvertire che la Regione dona il segno sacro della cristianità, il libro che cuce la nostra identità e la indica a coloro che evidentemente sono diversi.

E’ bene forgiare nel credo le anime pure dei piccoli italiani. E infatti la missiva, inviata alle scuole lo scorso 10 dicembre che qui sotto riproduciamo, è indirizzata unicamente ai dirigenti delle scuole elementari. L’assessore Elena Donazzan, ex missina, ritiene il gesto come un atto obbligato per contrastare nella società “la deriva laicista, spesso ancorata ai dettami del relativismo e del nichilismo”. E’ una piccola e breve crociata, per annunciare ai miscredenti le radici e favorirne la conversione.

Dalla redazione – La notizia riportata sul blog di Antonello Caporale non è completa (vedi qui l’articolo) perché ho riportato la parte “più importante” :-) . Comunque credo che sia una bella notizia nonché un importante iniziativa, ma leggendo i commenti degli utenti sul sito mi lascia perplesso l’accanimento quando l’argomento è “bibbia” o più in generale, la religione. Anche se sappiamo che la Bibbia non parla di religione (e quanto meno della chiesa cattolica) ma della verità del Regno di Dio, attraverso Cristo Gesù. Il problema è l’ignoranza e la superficialità nel conoscere i testi sacri. Oggi va bene parlare e far vedere tante porcheria, violenza e promiscuità… ma meno bene parlare delle cose che danno veramente un senso alla vita. E poi ci chiediamo come mai la nostra società è allo sbando e allo sfascio. Senza Dio l’uomo cammina alla distruzione e perdizione, con Dio è tutta un’altra storia!

Questa notizia è riportata anche qui.

Articoli correlati:

7 thoughts on “Se il Veneto regala la Bibbia

  1. Io sono fiero della mia italia delle mie radici e di chi annaffia anzichè estirparle.Distribuire il testo Sacro senza spiegarlo è difficile da capire però in quanto la gioventù oggi viaggia su internet,vede i canali satellitari ecc ecc.Grazie

  2. “Il problema è l’ignoranza e la superficialità nel conoscere i testi sacri.”
    Gli atei conoscono bene i testi sacri, spesso e volentieri sono i “fantomatici “credenti a non averla neanche mai sfogliata. Prima di dare dell’ignorante e della superficiale a persone che, come me, non credono, dovreste farvi un esame di coscienza per capire in cosa credete Voi. Dimostratemi che Dio esiste ed io lo seguirò…ma fino a quando non potrete farlo, non permettetevi di chiamarci ignoranti. Ricordo che si parla di credenza, non di conoscenza. La Bibbia è un testo che contiene messaggi incoerenti che passano dall’amore alla violenza fino all’omicidio.
    E’ troppo comodo dire che la Bibbia va inserita in un contesto, che va interpretata e non presa alla lettera…e voi chi siete per pensare di poter interpretare il messaggio di Dio? Quanta incoerenza e quanta intolleranza vedo nei confronti di persone che non hanno il vostro credo o che scelgono di non averne alcuno. Vi sono luoghi preposti alla credenza e vi sono luoghi preposti alla conoscenza: è sbagliato ed ingiusto volerli mischiare. Le crociate contro i miscredenti hanno fatto già abbastanza vittime in passato, si vuole ripercorrere la medesima strada?

    • Ciao Ilenia (mi permetto di darti del “tu”) :-) grazie di averci visitato e lasciato un commento…
      Vorrei dirti che la parola “ignoranza” non è un offesa (anzi mi scuso se ti è sembrata tale) ma vorrebbe dire che spesso parliamo delle cose che non conosciamo o che conosciamo solo parzialmente.
      Ti invito leggere questo testo: http://www.laparola.net/intro/bibbia_parola_dio.php
      Avevi scritto “dimostrati che Dio esiste”.. beh devo dire che credere in Dio è realmente un fatto di “fede” ma anche non negare che dietro la natura (nella sua bellezza, complessità e diversità) c’è la mano creatrice di Dio, per non parlare dell’uomo… un grande filosofo e ex ateo fece esattamente questo percorso (Antony Flew http://www.admissionaria.com/2010/05/17/lateo-antony-flew-ci-ripensa/)
      Come negassimo che i palazzi dove viviamo non ci sono stati dei costruttori…
      Come negassimo che il vento non esiste solo perché non lo vediamo…
      Quello che dobbiamo comprendere è l’amore di Dio verso ognuno di noi e il suo piano di salvezza: http://www.admissionaria.com/info/leggi-spirituali/
      Tante volte non crediamo in Dio a causa delle delusioni o avvenimenti difficili della vita, o domande non risposte o influenza da amici/famiglia o ancora perché vogliamo vivere la propria vita nel modo in cui piace, credendo a quello che vuole e senza dover dare conto a nessuno… insomma, uno non crede in Dio per un infinità di fattori. Ed è libero di farlo.
      Ma proprio perché la nostra vita è stata cambiata a causa della nostra fede in Cristo Gesù è che insistiamo in divulgare il suo messaggio.
      E la parola di Dio predica giustamente questo… l’incapacità dell’uomo di fare da se e la redenzione che può avvenire solo attraverso l’amore di Dio in Cristo Gesù.
      Apri il tuo cuore e Lui si farà trovare.

  3. La BIBBIA senza l’inspirazione di Dio è soltanto un testo intellettuale!
    Dio senza la bibbia continua ad essere Dio!
    Noi senza la bibbia non possiamo arrivare alla conoscenza del desiderio e dei pensieri di Dio e principalmente mai potremo arrivare a Lui!
    Senza conoscere e vivere con Dio stiamo vivendo una vita miserabile!
    Chi vive e sfrutta solo questi 80, 90 anni che la media della popolazione mondiale vive, e sta contento con la visione che dopo di qua non c’è altro, forse è ora di rivedere i concetti di vita e i veri senso di essa!

  4. Cara Ilenia comprendo e rispetto il tuo “credo” e desidero commentare il tuo messaggio, mi rendo conto del fatto che ormai se ne sentono dire di tutti i colori, riguardante le sacre scritture della Bibbia, ci sono persone con cui a volte ho parlato figurati che la definiscono un”antico romanzo”, a prescindere da questo non mi sento ancora pronto per poter rispondere al riguardo di questo argomento ampio e infinito, perchè non ne sono in grado, ti posso invece rispondere dandoti un unica risposta a tutto ciò che si dice, raccontandoti in poche parole la mia semplice testimonianza. Mi chiamo Federico ho 21 anni e come ben sai questa è una età dove ti passano in testa tante cose, e dove il tuo unico scopo e divertirti, possedere, guadagnare, ecc…frequento la chiesa da circa 1 anno, ti posso garantire che prima di tutto io non credevo in niente, ansi disprezzavo e giudicavo la bibbia come un qualcosa di inutile, ma sai nella vita spesso si fanno delle esperienze non tanto belle proprio in quei momenti, quando vai in difficoltà ti entrano in testa tante cose, ma sai e proprio qui che ti posso dare la conferma che vale piu’ di infinite risposte, mi sono avvicinato a Dio, leggendo, ascoltando, e in compagnia di persone fantastiche, che ora sono la mia nuova famiglia, ho scoperto la verità della parola di Dio, mi ha cambiato la vita, perchè tutto ciò che ho chiesto in “FEDE” mi è stato dato !!!! no per casualità o per una semplice coincidenza o per fortuna qui stà la differenza che solo chi vive questo puo’ capire !!!! e quando ero in difficoltà sentivo l’opera di Dio, la mia vita stava per cambiare giorno per giorno dentro me avevo una forza e una sicurezza fantastika che oggi è sempre piu’ grande…. e oggi grido ! e testimonio che il mio Dio è grande !! e lo farò sempre fino all’ultimo giorno della mia vita ! posso sentire qualsiasi cosa ma dentro me quel fuoco che vive non lo spegnerà nessuna parola perchè qui le parole non hanno nessun effetto, e nessun altra cosa al mondo, perchè come dice la parola, in Giovanni 16:33 Vi ho detto queste cose, affinché abbiate pace in me. Nel mondo avrete tribolazione; ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo !!!!!. E per concludere ti dico, Cara Elisa guardati attorno, la vita è fantastica, la vita è un dono unico, come dice la parola in efesini: affinché non siamo più come bambini sballottati e portati qua e là da ogni vento di dottrina per la frode degli uomini, per l’astuzia loro nelle arti seduttrici dell’errore;….. Credi nell’unico mediatore fra dio e l’uomo vivente Gesù Cristo, Affinche le sue opere siano manifestate nella tua vita e che tu diventi la sua reale testimonianza della sua grandezza !!!!

    • La religione è l’uomo che ci prova ad indicare il cammino verso Dio; infatti vediamo quante religioni esistono oggi, creando solo confusione ed incertezze. Gesù non è una religione! Anzi, Gesù contrastava i religiosi (farisei). Più Gesù e meno religione. :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>