La comunione cristiana

Ci sono tre tipi di errori che dovremmo evitare quando proviamo a costruire la comunione cristiana:

  • essere prevenuti. So che non è facile, ma non bisogna fare affidamento solo su interlocutori vicini, simili a noi; e che rinforzano solamente e costantemente i nostri pregiudizi. La dinamica cristiana è sempre quella di andare alla ricerca di persone con background diversi dai nostri, che però possano aiutarci ad aumentare gli orizzonti e manifestare l’ampiezza del Vangelo.

  • essere superficiali. Un errore comune nel costruire reti è quello di interagire a un livello superficiale con quante più persone possibile. Ma una comunione più ampia non è detto che sia una comunione migliore. Assicuriamoci che le nostre relazioni siano profonde, non solo numerose.
  • essere camaleonti. Non occorre cambiate i nostri interessi, la nostra teologia e la nostra personalità per assomigliare a chiunque si trovi vicino a noi. Rischieremo di sembrare più incoerenti di quello che non siamo, esponendo il Vangelo a inutili problemi.

Fonte: Giuseppe Rizza

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>