Cercando di essere santo

“… ma come colui che vi ha chiamati è santo, anche voi siate santi in tutta la vostra condotta” – 1Pietro 1:15

Il termine “santo” significa separato o messo da parte. Quando si pronuncia questa parola in genere si pensa a due categorie di persone: quelle che in vita si sono contraddistinte per alcune caritatevoli o miracolose azioni, oppure…

… quelle che si scandalizzano per ogni piccola cosa e che ironicamente definiamo tali.

La verità però è una sola: santo significa separato da ogni passione peccaminosa e dai “frutti della carne”. Quali sono i frutti della carne? Fornicazione, impurità, dissolutezze, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sètte, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose (cfr. Galati 5:19-21). Di fronte a questo, non possiamo fare altro che riconoscere che l’unico vero santo è il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. Egli, pur essendo santo, non si è messo su di un trono né ha puntato il suo dito contro di noi, ma si è umiliato diventando uomo, ed è morto per spiare ogni nostro peccato e permetterci così di riconciliarci con il Padre.

Noi dal nostro canto abbandoniamo la nostra vecchia condotta, cercando di essere più simili a Lui, per compiacerLo in ogni attimo della nostra vita.

Caro amico(a), leggi ogni giorno qualche versetto della Bibbia, perché è solo attraverso l’azione della Parola e dello Spirito Santo che avviene la santificazione. Dio ti benedica!

Fonte: dal calendario “Più che Vincitori”, del 1-novembre-11

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>