Giornata di preghiera per la chiesa perseguitata

È domenica 6 novembre la “Giornata internazionale di preghiera per la Chiesa perseguitata” promossa da Porte Aperte (Open Doors), l’organizzazione internazionale evangelica a sostegno dei cristiani perseguitati.

Come ogni anno parte del mondo libero si ferma per ricordare la Chiesa perseguitata attraverso una giornata espressamente dedicata alla preghiera e all’intercessione per la parte del Corpo di Cristo che soffre, e come ogni anno lo staff di Porte Aperte Italia si mette a disposizione delle chiese durante questa giornata e quelle precedenti e successive (sino a domenica 13 novembre compresa) per portare loro tramite i suoi collaboratori testimonianze, immagini, video, soggetti di preghiera e spunti di riflessione direttamente da quei paesi dove i cristiani sono discriminati, vessati, perseguitati.

Oltre a questo Porte Aperte mette a disposizione un “pacchetto” in pdf, utile come spunto di riflessione in un incontro di preghiera per la Chiesa perseguitata.

Tra il materiale del pacchetto in pdf si trova il messaggio di un pastore iracheno, la lettera di un carcerato e il messaggio di uno dei bambini nascosti scelto come rappresentante dei milioni di bimbi che soffrono a causa della persecuzione. «Abbiamo deciso di collegare la giornata di preghiera – spiegano da Porte Aperte – alla nostra campagna in favore dei Bambini Nascosti: ci sta a cuore questo progetto che sta scuotendo il mondo cristiano e che punta a cambiare la vita di almeno 10 mila bambini della Chiesa perseguitata».

Per maggiori informazioni: 045/6631224, email: info@porteaperteitalia.org
Per scaricare il pacchetto utile per incontri di preghiera, clicca qui.

Fonte: Evangelici.net

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>