Nigeria, attacchi a chiese e polizia

Caos nel nord.I cristiani nel mirino di un gruppo terroristico che si ispira ai taleban. Attacchi a chiese e polizia. Decine di morti – 63, secondo le fonti della Croce Rossa – e almeno un centinaio di feriti è il bilancio di una serie di attacchi terroristici nella Nigeria settentrionale, che hanno preso di mira chiese, caserme e sedi delle forze dell’ordine. Lo hanno riferito testimoni oculari.

Nel nord del Paese africano, a maggioranza musulmana, opera una setta radicale che si ispira ai talebani, Boko Haram. Le violenze sono aumentate dopo le elezioni di aprile che hanno portato alla conferma del cristiano Kanu.

La maggior parte degli attentati si è concentrata a Damaturu, capitale dello Stato federato nord-orientale di Yobe. Come hanno riferito alla Bbc fonti della sicurezza nigeriana, attentatori suicidi hanno preso di mira le sedi di forze armate e servizi di intelligence, oltre che gli edifici religiosi. Tre di loro sono rimasti uccisi.

Gli assalitori hanno attaccato con cariche esplosive il quartier generale della polizia in città, diversi commissariati e sei chiese nel quartiere cristiano di Gerusalemme. I morti accertati sono quelli trasferiti in obitorio, ma il bilancio potrebbe essere molto più grave.

Posti di polizia e chiese sono stati attaccati anche a Maiduguri, capitale del vicino Stato di Borno e base di Boko Haram, dove poche ore prima un kamikaze si era fatto esplodere in una base dell’Esercito. Secondo fonti governative che hanno preteso l’anonimato, i morti sarebbero molti di più di 60 e i feriti ammonterebbero a diverse centinaia, tanto che gli ospedali non sarebbero più in grado di accoglierli.

Fonte: La Stampa del 5 novembre 2011 – tramite Evangelici.net

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>