Immagini sfocate

“In lui abbiamo la redenzione, il perdono dei peccati. Egli è l’immagine del Dio invisibile, il primogenito di ogni creatura;” – Colossesi 1:14-15

Era la primavera dell’anno 1965. L’astronomo francese Jacques Blamont, aveva la straordinaria opportunità di fotografare alcune posizioni stellari che non si sarebbero più ripetute per mezzo secolo. Il mondo astronomico aspettava con ansia il risultato di quelle foto.

Quando queste furono esaminate ci fu panico tra gli astronomi. Para che una delle lenti della macchina si era allentata, e tutto il risultato del lavoro era sfocato. Quando lo scienziato era già pronto a gettare nella spazzatura tutto il suo lavoro, Jorge Stroke, un ingegnere elettronico disse a Blamont: “Dammi un può di tempo e vedrai se da queste immagini sfocate non posso trarne fuori qualcosa”.

L’uomo aveva scoperto che queste immagini chiamate fotografie, non erano che una serie di ombre e di luci formate da puntini microscopici che uniti si riproducono in una foto. Quando la fotografia era sfocata, quei puntini microscopici erano sparpagliati e accavallati l’uno sull’altro. Per riprodurre di nuovo una foto ben a fuoco, si doveva lavorare attraverso un microscopio con ogni cellula di luce e riportarla alla sua posizione originale. Così il 18 marzo del 1966 l’ingegnere Storke riportò le fotografie allo scienziato Blamont in una condizione perfetta.

Proprio come una delle foto iniziale di Blamont, anche la vita di molti di noi non è altro che un immagine sfocata. Niente è chiaro. La nostra vita rivela un’evidente mancanza di nitidezza. Ma grazie al nostro Padre celeste, c’è un Ingegnere che sa come trasformare la nostra vita opaca e sfocata in un’immagine nitida ed al alta definizione: Gesù Cristo.

Egli può ripulire ogni macchina della nostra vita donandoci chiarore e nitidezza.

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>