Cercasi “Adoratori”

No, non cerchiamo cantori per il gruppo musicale di lode, ma è un appello a coloro che non si vogliono fermare alla semplice chiamata del Signore e ad una vita cristiana piatta, basata sulle nozioni fondamentali della conoscenza, su “ queste cose si fanno, quelle altre meglio di no” allo scambiarsi un veloce segno di “pace” all’uscita della chiesa e poi… ciao!

E’ un appello, dunque, ai veri adoratori, a quelli che, come dice Gesù in Giovanni 4, vogliono adorare il Padre in Spirito e verità. Ma che significa veramente “adorare”. E’ un qualcosa che va al di là dell’elevazione di un canto che può toccarti fino alle lacrime o di un momento d’intensità personale; nasce “in” noi ( questo è il luogo, senza doverlo cercare altrove).

Si spande nel cuore con ardente passione e in quel momento comprendiamo che diventiamo disponibili a fare la volontà del Padre nostro, qualunque cosa Egli ci chieda di fare! Ecco, stiamo adorando e se queste righe possono toccare un punto vivo del nostro cuore, ci rendiamo conto che è così e che Dio è impressionato dalla nostra fede, dalla nostra risposta, dalla nostra arrendevolezza al Suo appello.

Vogliamo un esempio biblico a tutto questo? Il primo di molti Abramo, a cui Dio chiese, nientemeno, di sacrificargli suo figlio Isacco. Con la morte nel cuore egli se ne partì verso il monte Moriak e, prima di scalarlo, disse ai suoi servi: io ed il ragazzo andremo fin là e adoreremo ( andremo cioè a fare la volontà di Dio) e poi ritorneremo.

Sappiamo tutti che l’Eterno volle provare Abramo nella sua fede e fu largamente ricompensato. Così come furono ricompensati altri uomini di Dio come Giobbe, come Davide e quant’altri. Erano persone eccezionali rispetto a noi? No, erano solo persone che avevano scelto di “adorare”. Io voglio farlo, e voi?

Dio ci benedica
AnnaMaria Basilone

Articoli correlati:

2 thoughts on “Cercasi “Adoratori”

  1. Sorella Annamaria per me questo è un momento molto difficile per quanto riguarda la fede,lotto contro il nemico che e riuscito a togliermi tutto quello che avevo guadagnato in circa 8 mesi di frequentazione della chiesa, comunque sicuramente ho capito di aver costruito le mie fondamenta sulla sabbia e non sulla roccia sono deluso da me stesso dalla mia debolezza ma prego il Signore di aiutarmi a liberare il mio cuore perchè appartiene a lui e perchè voglio vivere con la mia famiglia una vita in Cristo che ha dato la sua di vita per noi. Dio ti benedica col suo amore donandoti sempre piu saggezza e vegliando sulla tua famiglia. Pace a voi Fabio.

    • Caro Fabio, ero a conoscenza del dramma del tuo cuore, in questo tempo ma, sinceramente, non mi meraviglio più di tanto! Ogni cristiano è soggetto, prima o poi, a prove di fuoco ( sappiamo altresì che il diavolo viene per rubare, uccidere e distruggere). Quel che conta, però, è il risultato finale, quello che cioè Dio ha scritto per noi dalla notte dei tempi! Sbagli dicendo che la tua casa non è fondata sulla roccia, invece ti dico che lo è, altrimenti non sentiresti il pentimento nel cuore per questo momento di smarrimento e non sentiresti il desiderio di voler ricostruire tutto di nuovo con la tua adorata famiglia. Gesù è buono, tanto. Egli conosce le nostre debolezze e la Sua mano misericordiosa è sempre stesa in nostro favore per raddrizzarci. Riposa fra le Sue braccia e lascia che Egli lavori il tuo cuore momento dopo momento. Nell’arresa tu ricomincerai a gioire e sarai in grado di riprendere il tuo compito di sacerdote nella tua famiglia, avendo tu la piena responsabilità. Ti lascio un passo che il Signore in questo momento mi sta mettendo davanti, è in Michea 4: “alzati e trebbia, o figlia di Sion, perché renderò il tuo corno di ferro e le tue unghie di bronzo!” Con questo incentivo meraviglioso alza la fronte perché la redenzione è vicina. Dio ti benedica.
      Voglio bene a te ed alla tua famiglia.
      AnnaMaria B.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>