La storia di Cassie Bernall – lei preferì morire per poter vivere (con video)

Colorado (USA) Columbine High School, 20 Aprile 1999. Tredici persone (12 studenti e 1 insegnante) furono uccisi da due studenti, della stessa scuola, dove entrarono sparando senza un motivo apparente, dopo l’esecuzione i 2 stessi alluni di 17 anni si tolsero la vita e tra gli adolescenti morti c’era anche Cassie Bernall. L’invasione improvvisa di uno degli attentatori con un arma puntata verso gli studenti domandò: “Coloro che credono in Dio rimangono in piede”, Cassie se alzò (sapeva quello che le sarebbe successo) e gli fu chiesta “Tu credi in Gesù?”, con gli occhi fermi e un momento di silenzio lei rispose: “Yes, I Believe” (Sì, io credo). L’attentatore domandò “Perché?” e prima che Cassie rispondesse lui sparò un colpo. Cassie Bernall aveva soltanto 17 anni, e due giorni prima di questo momento lei aveva registrato un video con i suoi amici della chiesa dove affermava “Penso che il modo in cui arriverò nel Regno è, come una amica leale, un buon esempio per i non cristiani ma che per i cristiani. Cercando di non contraddirmi, liberandomi di ogni ipocrisia e vivere per Cristo!”.

Cosi è stata la vita di una adolescente che decise di crocifiggersi per il mondo, una adolescente che si è preoccupata soltanto di gradire il cuore di Dio, che chiedeva di essere usata da Lui, che aveva la Sua presenza come essenziale e cosi avvenne. Grande esempio per ognuno di noi!

Il video invece è stato realizzato da Michael W Smith in occasione dei suoi 20 anni di ministero e in memoria di Cassie Bernall.

Articoli correlati:

2 thoughts on “La storia di Cassie Bernall – lei preferì morire per poter vivere (con video)

  1. Prima di uccidere Cassie, Eric harris non le chiese proprio nulla; semplicemnete picchiò la scrivania con la mano due volte, si accasciò e disse solo “Peek-a-boo-”, ovvero il nostro “bubusettete”, prima di sparare a Cassie nella tempia destra.
    Emily Wyant era sotto la stessa scrivania con Cassie e fu proprio lei a dire che a Cassie nulla fu chiesto o detto prima di essere uccisa.

    • Grazie Jobbe della puntualizzazione, ovviamente ho preso la notizia di un altro sito web… per favore, potresti dirmi dove hai preso queste informazioni? Cosi posso confrontare le notizie su questo tragico avvenimento ed eventualmente correggere quanto scritto. Grazie Dio ti benedica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>