Hea Woo, in Italia una cristiana sopravissuta ai lager nordcoreani

Hea Woo è una cristiana, una donna che non si è data per vinta. Di fronte alle costrizioni, alla prigione, alle circostanze avverse, la sua fede non è venuta meno. Per la sua fede è finita nei lager nordcoreani e oggi può raccontare la sua straordinaria storia e spronare i cristiani liberi a pregare e a fare qualcosa per i fratelli perseguitati nel mondo.

L’International Day of Prayer for Persecuted Church (Giornata internazionale di preghiera per la Chiesa perseguitata) si tiene quest’anno tra il 10 e il 17 novembre e come ogni anno Porte Aperte, l’organizzazione internazionale evangelica a sostegno della Chiesa perseguitata, vi aderisce con il suo contributo organizzativo e testimonianze di prima mano. La Giornata Idop è indetta dall’Alleanza evangelica mondiale al fine di raccogliere gli evangelici di ogni denominazione in preghiera a favore di chi non ha voce e subisce la persecuzione a causa della propria fede in Cristo Gesù.

In questo periodo Porte Aperte s’impegna a mandare propri collaboratori ovunque vengano richiesti (chiese, organizzazioni cristiane, riunioni, eventi, ma anche conferenze interne ed esterne al mondo cristiano), portando informazioni e immagini direttamente dalla Chiesa perseguitata, affinché sempre più persone possano unirsi in preghiera per sostenere i cristiani laddove non vi è una libertà religiosa. Agli Ambasciatori della Chiesa perseguitata, rete di volontari che nella propria comunità fungono da anello di collegamento con i cristiani perseguitati, Porte Aperte fornisce risorse utili a presentare nelle proprie chiese specifici soggetti di preghiera derivanti proprio da Paesi dove la persecuzione è reale.

Tramite 301avenue.com

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>