Intimo colloquio con Gesù

Quante volte ci avviciniamo al Signore, noi tutti suoi santi e cominciamo ad innalzare “la nostra preghiera” E dico nostra perché ognuno ha la sua che, molto spesso inizia nella carne ma, nella perseveranza, lo Spirito comincia a sciogliere ogni parte di te, sublimandosi con Cristo e facendo in modo che anima, spirito e corpo entrino in simbiosi tra loro assaporando un’intima comunione e rendendo sensibile e attento l’orecchio a ciò che Dio vuol dire. Stamane parlavo con Gesù e gli chiedevo, tra l’altro, di benedire lo sforzo che la chiesa sta facendo per far intendere ai credenti l’importanza dei propositi e per giungere, attraverso determinati passi, evidenziati da un corpo ministeriale preposto, alla pura conoscenza della parola di Dio.

Questo non solo per far si che ciascuno impari a muoversi in perfetta concordanza con principi biblici inderogabili, ma anche (e questo è meraviglioso) per raggiungere la perfetta statura di Cristo, alla fine di ogni nostro cammino. Improvvisamente la voce dello Spirito diceva: “ …….e Gesù, vedendo le folle, ne ebbe compassione……”

Io vedevo gli occhi di Gesù pieni di quella profonda compassione mentre prendeva le folle e le attirava a se. Quella compassione era anche nell’anima mia che supplicava la conversione della gente che fuori nel mondo, sta morendo! Gesù sta continuando a dichiarare: “…la messe è grande e gli operai sono pochi” Il Signore mi sta dettando queste poche righe ed attraverso il suo Servo mi ha detto: “scrivi” Ed ho ubbidito!

Se vogliamo giungere ad un risultato per come Dio vorrebbe, sono sicura che il messaggio primario consista proprio in questo: “predichiamo il messaggio del regno, ma avendo davanti agli occhi come lo farebbe Cristo, con compassione” Compassione per i ricchi, i poveri, per gli arroganti e i presuntuosi, per i saggi come per gli stolti, per chi vuole ascoltare e per chi ci disprezza, per tutti. La scena del mondo che ci si presenta davanti agli occhi è apocalittica, ma dobbiamo muoverci verso gli altri con una grande compassione, la stessa che ha avuto un giorno Gesù nei nostri riguardi.

AnnaMaria B.

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>