Dalla mia finestra

Dalla mia finestra, ogni mattina, ti ringrazio, Signore!
Essa non rimane mai chiusa perché
Ai primi bagliori di luce, corro per salutarti, Signore!
Oggi il cielo è grigio:
Qui uno sciame di piccoli uccelli vola un po’ a rilento
Per le ali appesantite per le gocce di pioggia.
La ci sono nuvole che corrono,
si ammassano ringhiando lontani tuoni
e saettano lampi minacciosi…….
Ma dietro un bianco cirro
Tu sei li, Signore
O Dio che alterni i tempi e le stagioni
E dai acqua alla Tua terra assetata.
E quando, altresì, il sole scoppia nel suo splendore,
disegnando i contorni di monti bruni
Tu, Padre d’Amore,
guardi benevolmente gli uomini di buona volontà
esortandoli alla preghiera.
Io ti ringrazio, Signore, soprattutto perché
Mi fai assaporare con discernimento,
l’intima gioia del tuo perfetto operato.
Sor. AnnaMaria Basilone

Alberi

Alberi, alberi silenziosi, maestosi, altezzosi, si ergono davanti a me.

Si stringono, si scontrano, si ammassano, si delineano nello scenario dei
monti.

Ti guardano corrucciati, rattristati da una pioggia che, continua e silente,
appesantisce quel abito verde, reso un pò “demodé”.

Continue reading

Soddisfatto in Te (Satisfied in You) – Brian Eichelberger (traduzione in italiano)

Traduzione in italiano della canzone Satisfied in You del cantante Brian Eichelberger

Ho perso il mio appetito
ed un alluvione sta “nascendo”
dietro ai miei occhi,
allora, mi “alimento” di lacrime e piango
e come se non bastasse
loro conoscono le giuste parole per tagliare, separare e perforare
quando questi mi domandano: ” il tuo DIO, dov’è?”
perché ti abbatti, anima mia?
perché ti turbi dentro me?
mi ricordo bene quando mi mostrasti il tuo volto
come il cervo sospira per le acque, cosi pure l’anima mia ha sete di TE
e quando contemplo la Tua gloria
Tu fedelmente mi rinnovi
come un letto di riposo per la mia carne esausta
sono soddisfatto in te!
Quando guardo il pavimento
c’è un cerchio vizioso che mi tira verso il basso
dunque è ora di alzare il mio capo
e ricordare giorni migliori
quando io amavo adorarti e imparare i tuoi cammini
cantando le più belle canzoni di lode
perché ti abbatti, anima mia?
perché ti turbi dentro me?
mi ricordo bene quando mi mostrasti tua grazia
come il cervo sospira per le acque, cosi pure l’anima mia ha sete di TE
e quando osservo il Tuo Splendore
Tu fedelmente mi rinnovi
come un letto di riposo per la mia carne esausta
io son soddisfatto in te!
che i miei sospiri diano luogo a canzoni
che cantano sulla tua fedeltà
che il mio dolore riveli tua gloria
come unico e vero riposo
che le mie perdite mi mostrino che tutto ciò che in realtà ho, sei TU
perché tutto ciò che in realtà io ho, sei TU
Allora, quando io starò annegando in mezzo al mare
e tutta la forza delle tue onde rompendo su di me
ricorderò il tuo piano di salvezza
tu sei colui che ha fatto le onde
e il Tuo Figlio si è esposto per soffrire al posto mio
e per mostrarmi che sono al sicuro
perché sono abbattuto?
perché mi turbo tanto?
sono soddisfatto in te!
sono soddisfatto in te!

Il buco nel recinto

Una pecora scoprì un buco nel recinto e scivolò fuori.
Era così felice di andarsene. Si allontanò molto e si perse.
Si accorse, allora, di essere seguita da un lupo.
Corse e corse, ma il lupo continuava a inseguirla, finché il Pastore arrivò e la salvò, riportandola amorevolmente all’ovile.
E, nonostante che tutti lo incitassero a farlo, il Pastore non volle riparare il buco nel recinto.

Anthony De Mello – Come è il tuo Dio? Ed. Paoline 1997