Testimonianze

Testimonianze che raccontano quanto grande è il nostro Dio!

“Nella valle di lacrime” – Conversione da Maometto a Cristo

Mi chiamo Ibrahim e, per amor della sicurezza della mia famiglia, uso lo pseudonimo di Timothy Abraham. Sono un semplice egiziano dalla Regione del Delta. Fattorie mi circondavano da ogni parte insieme a ruscelli del lussurioso fiume Nilo che dà vita con la fertilità. Ricevetti una severa educazione islamica durante la mia infanzia, studiando nella scuola del villaggio, indirizzata all’insegnamento del Corano (al-Kutaab).

Mi insegnarono a temere Dio (Allah in arabo) che creò i cieli e la terra in sei giorni. Non c’era una sola ragione per dubitare di una religione che enfatizzava il temere Dio facendo buone opere e vivendo una vita morale. La recitazione del Corano aveva lo scopo di produrre un senso di tranquillità. Mi piaceva il circolo di adorazione sufi, perché adoravano la persona di Maometto. Questo era il gruppo di Abu-al-Azayem. Stavo ricercando una maggiore vicinanza all’onnipotente Allah.

Continua >

“Il mio arresto mise fine alle azioni criminali che commettevo…” – Storia di Giovanni Migliore

Mi chiamo Giovanni e voglio raccontarvi la meravigliosa esperienza del miracolo di salvezza che Cristo Gesù ha fatto nella mia vita.

Provengo da un quartiere popolare della città di Napoli. Sono nato in una famiglia numerosa con gravi problemi economici; non ho avuto un’infanzia felice e fin da ragazzo ho iniziato a vivere per strada intraprendendo la via della delinquenza. Cosa, questa, molto comune tra i ragazzi del mio quartiere che, come me, avevano una famiglia molto povera e disagiata, e che, regolarmente, non terminavano neanche la scuola dell’obbligo.

Il mio unico desiderio era quello di fare tanti soldi, pensando così di poter evadere da un contesto di degrado che mi arrecava tanta sofferenza.

Continua >

Stai zito, vogliamo stare in “pace”!

Qualche tempo fa è successo un fatto in un autobus di una città in Brasile, un giovane ragazzo come di consueto si trovava dentro l’autobus, probabilmente si dirigeva al lavoro, o stava andando da qualche parte, per un instante mentre l’autobus camminava, fortemente è stato spinto dallo Spirito Santo a rivolgersi in alta voce ai passeggeri, dicendo: “Gesù sta ritornando, vi prego, ravvedetevi mentre ancora c’è tempo”, mentre proferiva il suo discorso, è stato interrotto da un signore del fondo dell’autobus che gli sgridava ordinando: “Stai zito, vogliamo stare in pace!”, lui intimidito si è subito seduto ed è rimasto zito, ma lo Spirito Santo continuava a toccarlo fortemente… Continua >