Etica della gratitudine

Giuseppe Rizza – La complessità dei problemi del nostro mondo, della creazione, e l’incompletezza della consacrazione dei cristiani non deve distrarci dalla nostra chiamata: cercare di tradurre l’appartenenza e l’identità cristiana in un servizio biblico, pieno, significativo, gioioso e comprensivoa Dio. Solo le persone che agiscono motivate da un profondo senso di gratitudine a Dio – per quello che Lui è, per essere stati adottati nella famiglia cristiana – riescono ad essere dei buoni custodi dei doni, dell’ufficio che Dio ha dato loro.

Continue reading